Corso online pratico per avvocati e commercialisti: “La tutela dell’utente bancario”

Cinque lezioni che vi aiuteranno nel contenzioso bancario. L’acquisto comprende la possibiità di visionare le lezioni in qualsiasi momento e senza limiti di tempo con accesso ai documenti.

PROMOZIONI IN CORSO

  • I primi 30 che acquisteranno il corso completo delle 5 lezioni otterranno in omaggio la “breve guida sull’usura”
  • L’acquisto del corso completo comprende una sessione telefonica e un breve parere scritto da parte dell’Avv. Meloni.

PERCHE’ NASCE QUESTO CORSO

La tematica del contenzioso bancario interessa, ma deve essere ben esposta e compresa..

Diversi corsi da me tenuti sia agli avvocati sia ai commercialisti mi hanno fatto comprendere che la tematica del contenzioso bancario interessa, ma deve essere ben esposta e compresa. L’esplosione del contenzioso bancario, ha denotato una carenza di preparazione specifica, in una materia assai delicata per gli interessi personali e aziendali che coinvolge.

 

L’idea del corso, dal taglio molto pratico, nasce dai continui solleciti di Colleghi che formulano quesiti su come affrontare una causa. Purtroppo noto che diversi Colleghi si buttano nella materia senza una idea precisa di cosa comporti. Senza conoscenza di aspetti processuali fondamentali. Le condanne alla lite temeraria (ormai non si vedono più) hanno provato che il Giudice bacchettava la gestione del processo, quindi l’avvocato, e non la tesi sostenuta.

 

Sono stanco di sentire colleghi che davanti al Giudice si limitano ad un ” mi riporto agli atti” senza illustrare le tesi sostenute perchè non hanno studiato la causa e non sono aggiornati. Pensando che una revisione dell’orientamento giurisprudenziale possa avvenire velocemente e, soprattutto, con atti tipo format. E’ vero che le cause possono apparire seriali, ma ogni causa differisce dalle altre, magari per un minimo particolare.

Creando le basi per una generalizzata colpevolezza della intera classe forense.

 

Ovviamente nessuno è infallibile, ma come ripeto sempre, se dobbiamo perdere una causa, perdiamola bene. Ovvero, si dovrà leggere nella sentenza che il Giudice, pure dando atto della bontà della difesa e delle tesi sostenute, non condivide. E magari compensa le spese.

 

avv. Massimo Meloni